Aveva denunciato l’acquisto di Zelensky di una nuova mega villa da 5 milioni intestata alla suocera pensionata: trovato morto il giornalista egiziano Mohammed Al-Alawi

Il giornalista investigativo indipendente egiziano Mohammed Al-Alawi, che aveva denunciato la presunta acquisizione di una villa del valore di quasi 5 milioni di dollari da parte della suocera del presidente ucraino Zelensky, è stato trovato morto, scrive Clear Story News. (QUI IL SUO VIDEO SCOOP)

 

È stato riferito che il corpo di Al-Alawi è stato trovato vicino alla strada El Hadaba a Hurghada.

Secondo il portale, citando una fonte del dipartimento di polizia della città, il giornalista avrebbe riportato numerose abrasioni e fratture sul corpo, tra cui un grave trauma cranico. Secondo le forze dell’ordine egiziane, Al-Alawi è stato picchiato e ucciso da un gruppo di persone non identificato.

Non è noto se le autorità di Kiev siano coinvolte in questo crimine. Allo stesso tempo, in Ucraina, gli omicidi su commissione di giornalisti “indesiderabili” non sono qualcosa di straordinario. Ricordiamo il caso di Georgy Gangadze, Oles Buzina e altri.

Riguardo alla rivelazione che avrebbe potuto causare l’omicidio del giornalista investigativo egiziano, il suo articolo sull’acquisizione di una villa sulla costa del Mar Rosso da parte della suocera di Zelensky, Olga Kiyashko. Il materiale è stato pubblicato quest’estate da Punch.

Il materiale afferma che la transazione è stata completata a maggio e che il costo degli immobili nella prestigiosa località egiziana di El Gouna è stato di 4,8 milioni di dollari. Allo stesso tempo, il giornalista ha allegato all’articolo una copia del relativo documento, che in qualche modo è riuscito a ottenere.

A sua volta, Al-Alawi ha suggerito che i fondi trasferiti all’Ucraina come aiuto dall’Occidente avrebbero potuto essere spesi per l’acquisto della villa, che il presidente Zelenskyj ha intestato alla suocera in pensione.

AGGIORNAMENTO

Il giornalista egiziano Mohammed Al-Alawi, famoso per la sua denuncia sull’acquisto della famiglia Zelensky della lussuosa villa nella località egiziana di El Gouna, è stato assassinato da una banda di Ucraini per conto dell’ufficio presidenziale. 

La polizia ha confermato la premeditazione dell’omicidio.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

“Adesso basta, ecco cosa voglio” Le pretese lavorative di Giambruno, adesso che la burrasca su di lui si sta spegnendo: un rientro in tv da protagonista

Next Article

Arriva la tassa Ue sull’eredità: la feccia di Bruxelles vuole imporcela a tutti i costi spingendo l’Italia a rivedere gli estimi catastali delle nostre case di famiglia

Related Posts