Giorgia Meloni e il solito piagnisteo sulla sua vita privata: questa volta nel salotto del suo cagnolino di fiducia

Non solo lavoro nella vita di Giorgia Meloni: da Bruno Vespa, il premier ha aperto una finestra anche sulla sua vita privata

di Francesca Galici

Giorgia Meloni, ospite di Bruno Vespa nella prima puntata stagionale insieme ad Alessandro Sallusti, direttore de Il Giornale che con il premier ha scritto il libro “La versione di Giorgia“, non ha affrontato esclusivamente temi legati alla sfera lavorativa, al ruolo di presidente del Consiglio. Ha aperto anche la sfera privata, coinvolgendo il pubblico a casa, che sono i cittadini del suo governo, nella routine di una persona che alla fine, nella vita di tutti i giorni e lontano da Palazzo, ha pressoché i problemi che hanno tutti.

What vita privata?“, così, in modo scherzoso, il premier ha risposto a Vespa in merito alla sua quotidianità di madre e di compagna. Inevitabilmente, da un anno a questa parte, Giorgia Meloni ha dovuto sacrificare la routine che fino a quel momento aveva costruito, rivoluzionare la sua vita e trovare il modo di far incontrare la figura di madre e compagna con quella di presidente del Consiglio. Non certo un’impresa facile ma che in qualche modo Meloni cerca di portare in porto. “Attualmente nella mia vita non c’è nulla a parte quello che devo fare. Quando posso Ginevra me la porto sempre, altrimenti non la vedrei…“, ha spiegato il premier, rispondendo indirettamente a quanti hanno criticato la scelta di Meloni di viaggiare con la figlia anche durante le visite istituzionali.

Una scelta da madre, prima che da presidente del Consiglio, che dimostra come i due ruoli a volte capita che si sovrappongano inevitabilmente per conciliare tutti gli impegni, e i doveri, che le due figure richiedono. “Ginevra la porterò con me a New York, se non la portassi con me non la vedrei“, ha ribadito riferendosi a uno dei prossimi viaggi lunghi che è chiamata a fare nelle prossime settimane. Un viaggio che la terrà diversi giorni lontana da Roma.

D’altronde, Meloni non è né la prima ne l’ultima rappresentante istituzionale che viaggia con i figli per riuscire a ritagliarsi del tempo con loro. Anche Roberta Metsola, presidente del Parlamento europeo, ha ammesso di comportarsi allo stesso modo del premier italiano. E Joe Biden, quando Meloni è stata a Washington, è apparso più che soddisfatto di sapere che nella delegazione italiana c’era anche Ginevra. Gli sarebbe piaciuto portarla a visitare la Casa Bianca ma purtroppo in quel viaggi i tempi erano contingentati.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

“Ecco com’è morto”. L’autopsia sul bimbo di 18 mesi morto a Portogruaro, i risultati choc dell’autopsia

Next Article

Tagli del personale alla Volkswagen a causa di una domanda inesistente dei nuovi inutili veicoli elettrici

Related Posts