Ucraina, persino Elon Musk, che fino a ieri li aiutava, si e’ rotto le balle di questa guerra: con due post si schiera apertamente per una pace che accontenti tutti facendo infuriare Zelensky

Elos Musk twitta il suo piano di pace, ipotizza referendum in Crimea e Donbass e fa arrabbiare l’Ucraina. Il magnate, che dall’inizio della guerra ha messo a disposizione di Kiev la rete satellitare Starlink, fa discutere con una serie di tweet e sondaggi sul tema della guerra. Per la “pace” tra Ucraina e Russia, il numero 1 di Tesla ipotizza “la ripetizione dei referendum, nelle regioni annesse, sotto la supervisione dell’Onu. La Russia se ne va se questa è la volontà del popolo” oppure “la Crimea formalmente parte della Russia, come è stato sin dal 1873 (fino all’errore di Kruscev”. E ancora “Fornitura di acqua garantita alla Crimea” e “l’Ucraina rimane neutrale”.

“Questo molto probabilmente sarà il risultato alla fine, è solo questione di quante persone moriranno prima che accada”, aggiunge, evidenziando che “un possibile epilogo del conflitto è una guerra nucleare”.

“La Russia sta attuando una mobilitazione parziale. Si avvia ad una mobilitazione totale se la Crimea è a rischio. Il numero di morti da entrambe le parti sarebbe devastante. La Russia ha una popolazione 3 volte superiore a quella dell’Ucraina, quindi una vittoria dell’Ucraina è improbabile in una guerra totale. Se avete a cuore la gente dell’Ucraina, cercate la pace”, scrive Musk, che propone ai suoi follower un sondaggio. “La volontà delle persone che vivono in Donbass e Crimea dovrebbe essere determinare se” i territori “fanno parte della Russia o dell’Ucraina”?, chiede Musk.

ECCO I RISULTATI PARZIALI DEL SUO SONDAGGIO TRA I FOLLOWERS (QUASI 2 MILIONI DI VOTANTI)

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews 

Tra le repliche, spicca quella di Mikhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. “Sta cercando di legittimare i referendum farsa che sono andati in scena tra persecuzioni, esecuzioni di massa e tortura? Brutta strada“, scrive Podolyak. “No, suggerisco di votare sotto la supervisione dell’Onu. O indicate un’autorità o uno stato assolutamente affidabile”, dice Musk invocando un approccio “simile magari a quello del Kosovo”. Podolyak non molla la presa: “Le centinaia di migliaia di persone morte a Mariupol voteranno? Quelli finiti nei campi di concentramento? Elon Musk, lei crea razzi e sogna di colonizzare Marte. La Russia crea forni crematori mobili e sogna che l’Ucraina come nazione sparisca. Non è una questione di voto”.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews 

Total
3
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Mascherine, il delirante comunicato di Luca Zaia: non gli e' bastata la lezione degli elettori. L'allucinante invito ad indossarle accampando un inesistente allarme su nuovi contagi

Next Article

Berlusconi non molla la presa su Licia Ronzulli, la badante che difendeva strenuamente le imposizioni infami: al momento l'unica certezza e' che Meloni avrebbe deciso per un tecnico al posto di Speranza

Related Posts