“Diffidate di lui: asseconda sempre Biden per poter andare in futuro al Quirinale” Il professor Orsini punta il dito contro l’europarassita Gentiloni

di professor Alessandro Orsini su Facebook

Paolo Gentiloni, uno dei peggiori falchi della Commissione europea, si avvicina al Pd, di cui potrebbe diventare il prossimo presidente per assicurare che quel partito voti, al momento giusto, l’invio dei nostri soldati in Ucraina. Ambiziosissimo e assetato di potere, vorrebbe diventare il prossimo presidente della Repubblica. Per costruire la sua candiatura al Quirinale, dà garanzie assolute a Biden che si lascerà telecomandare dalla Casa Bianca per le guerre che stanno preparando per i nostri figli. Diffidate di quest’uomo. Questo nemico assoluto dei valori di pace della Costituzione Italiana si avvicina all’Italia. E’ il peggio di quello che potrebbe capitarci.

Pnrr, Gentiloni a Repubblica delle Idee: “Per le modifiche tempi stretti, Meloni non aspetti agosto”

“Se l’attuale maggioranza in Europa non avrà i numeri, non si rivolgerà a forze filo Putin e antieuropeiste. Di questo sono certo. È fantapolitica pensare di escludere il Pse dalla maggioranza”. Paolo Gentiloni scherza dal palco di piazza Maggiore, sollecitato dal direttore Maurizio Molinari per la Repubblica delle Idee. “Non voglio occuparmi troppo di politica, ma è bene che si discuta della futura maggioranza nel Parlamento europeo. Significa che c’è più interesse. Prima ciascuno votava il partito nel proprio paese, senza curarsi delle maggioranze in Europa”. Parla a tutto tondo il Commissario Ue per gli Affari economici, anche dell’ipotesi avanzata da Giorgia Meloni, di un cambio di maggioranza a Strasburgo.

Ma sono i temi economici e quelli dell’immigrazione il centro della conversazione con Molinari. Dal Pnrr al Mes, fino all’accordo Ue sui migranti firmato ieri sera in Europa “che è un passo avanti”. Quella di ieri è una proposta “non troppo ambiziosa, non la raccontiamo in modo troppo entusiastico, c’è stata qualche piccola modifica, è stata ottenuta maggiore solidarietà, 6-7 anni dopo una delle più grandi sconfitte della Commissione europea di imporre solidarietà obbligatoria nei ricollocamenti, scontrandosi con un fatto che un gruppo di Paesi ha fatto opposizione e distrutto quella proposta”.

Poi c’è il Mes su cui Gentiloni ha una posizione molto netta. “La Commissione rispetterà qualsiasi decisione del governo, ma se devo ragionare in termini di utilità non sono sicuro che una mancata ratifica rende l’Italia un Paese più forte, anzi forse è vero il contrario, perché questo è un cuscinetto di 68 miliardi per aiutare i correntisti in caso anche di crisi di singole banche”. In agenda c’è pure il Pnrr. “Draghi ha rispettato le rate, è stato puntuale. Ora la situazione è cambiata. Col passare del tempo, sul Pnrr, la strada si fa più in salita. C’è una totale apertura a discutere, ma le richieste devono arrivare presto, perché i ritardi possono essere gestiti, ma non devono accumularsi e per non accumularsi la revisione che il governo legittimamente vuole proporre deve essere fatta al più presto. La scadenza è ad agosto, ma dobbiamo lavorare presto. Se perdiamo questa occasione, facciamo un dispetto al futuro del nostro paese, non facciamo un dispetto a Bruxelles”.

Ancora un passaggio sulla politica italiana per Gentiloni. “Vicini a Orban? Nessuno può escludere nulla a priori, questo è rischio forzato. Nessuno a Bruxelles ha la sensazione che il governo italiano sia come quello ungherese. A Bruxelles conta la posizione che il Governo Meloni ha sull’Ucraina”.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

"Sei un uomo piccolo e meschino" Zuccavuota Bassetti, sbriciolato dal dottor Stramezzi dopo l'indegno attacco contro di lui e la De Mari

Next Article

Alberto Angela eredita, manco fosse un diritto dinastico, la trasmissione del padre: ha il compito di perpetrare la divulgazione ufficiale di regima

Related Posts