Sciopero di tre giorni contro il Green Pass: parte dai lavoratori dei trasporti di Milano una protesta che ci si augura possa allargarsi a tutti i settori produttivi

Sciopero dei trasporti contro il Green Pass oggi 15 febbraio, domani 16 e il 25: corteo a Milano

Sciopero nazionale e generale dei trasporti oggi martedì 15 febbraio, proclamato dalle sigle Sol Cobas e Fisi. L’agitazione che riguarda tutte le categorie – quindi non solo treni e mezzi pubblici, ma anche aerei e taxi – durerà dalle 00.01 di martedì 15 alle 23.59 di giovedì 16 febbraio. Possibili quindi interruzioni del servizio anche a Milano e in Lombardia, anche se Atm e Trenord non hanno diramato comunicati su possibili disagi e, al momento, non sono segnalate criticità.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui 👇
https://t.me/capranews

A Milano Cobas, Sol e Fisi a Milano in occasione dello sciopero generale indetto dalle sigle sindacali per il mondo della scuola, sanità e trasporti pubblici contro l’obbligo del Green Pass per il mondo del lavoro hanno organizzato un corteo. Due gli striscioni che hanno accompagnato la manifestazione, ‘Il Green Pass è la punta dell’iceberg. No repressione, no caro vita, no Draghi’ e ‘Lavoratori contro il green pass e oblbigo vaccinale. Ora e sempre resistenza’. La manifestazione, che doveva partire da piazzale Loreto, dopo il no della Questura è iniziata da via Giacosa ed è proseguita lungo via Padova per arrivare poi al Politecnico dove le sigle sindacali si sono riunite in presidio. Arrivati al Politecnico, un gruppo di circa una ventina di studenti si è staccato e ha percorso i corridoi dell’Ateneo, uscendone poco dopo. In zona Lambrate al momento Atm segnala deviazioni o rallentamenti per le linee di superficie a causa della manifestazione.

Per tutte le informazioni sarà quindi necessario seguire gli aggiornamenti in tempo reale sui siti e sulle pagine social delle aziende di trasporto.

E un’altra agitazione è prevista per venerdì 25 febbraio: in questo caso lo sciopero è stato indetto da Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt Uil, Ugl Fna, Faisa Cisal e Fast Confsal e quindi è molto più alta la possibilità di disagi e interruzioni del servizio.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Due anni di pandemia? Nessuno ci ha guadagnato più dell'Inps: l'ondata di decessi di ultra ottantenni ha rimesso in sesto buona parte dei suoi conti

Next Article

Scandalo in Liguria: Bubu Toti costretto a rivelare il compenso-monstre alla sarda Elisabetta Canalis per lo spot della regione trasmesso al Festival di Sanremo

Related Posts