Anche a Pasqua morto un altro medico: era uscito per andare a pescare nel torrente sotto la casa di campagna, l’hanno trovato senza vita sul greto

Alessandro Piccinelli, medico urologo, morto mentre stava pescando a Lizzola
Fino al 31 marzo aveva lavorato per il Gruppo San Donato, a Zingonia, dopo anni a Ponte San Pietro e alla Clinica Castelli. Aveva 61 anni.

Era uscito domenica 31 marzo, giorno di Pasqua, per andare a pescare in un torrente vicino alla casa che aveva affittato a Lizzola, verso le 15.30, e poi non era più rientrato. Così i famigliari di Alessandro Piccinelli, medico urologo di 61 anni residente a Curno, hanno dato l’allarme.

Le ricerche

Le ricerche dei vigili del fuoco e del soccorso alpino si sono concentrate in serata nella zona delle Piane, dove, verso mezzanotte dello stesso giorno, il suo corpo senza vita è stato trovato riverso in un torrente, probabilmente a causa di un malore.

Dove aveva lavorato

Dal 2013 al 2017 Piccinelli è stato responsabile dell’Unità Operativa di Urologia della Clinica Castelli di Bergamo. Nel 2018 ha iniziato la collaborazione con il Gruppo San Donato, prima al Policlinico San Pietro e poi al Policlinico San Marco.

I funerali

La camera ardente è stata allestita nelle sale delle Onoranze funebri Ceresoli, a Ponte San Pietro, in via Calvi 8, con apertura dalle 9 alle 10. I funerali sono stati fissati per mercoledì 3 aprile alle 10, a Curno.

Il cordoglio degli Istituti Ospedalieri Bergamaschi

«La scomparsa improvvisa e prematura del dottor Alessandro Piccinelli ci ha lasciati attoniti e profondamente addolorati – esprime il cordoglio Francesco Galli, amministratore delegato degli Istituti Ospedalieri Bergamaschi -. Da tempo collaborava con il nostro Gruppo, come urologo degli Istituti Ospedalieri Bergamaschi. In questi anni vissuti insieme a noi ha saputo farsi apprezzare e ben volere sia dai pazienti sia da tutte le persone che hanno avuto occasione di lavorare con lui, grazie alla sua grande professionalità e alla sua umanità. Di lui resterà per sempre l’esempio, come professionista e come uomo, e il ricordo di un medico di grande valore, scrupoloso e attento, sorretto da una profonda passione per il suo lavoro, per i suoi pazienti e per le nuove generazioni alle quali si dedicava promuovendo iniziative di sensibilizzazione e prevenzione sul territorio. Tutto il personale dei due Policlinici si unisce al dolore della sua famiglia».

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Due sposi di 94 anni (lui) e 93 (lei) si svegliano nel giorno del loro 50° anniversario di matrimonio. Lo sposo fa alla sposa: “Amore, oggi poichè è un giorno speciale ti porto a mangiare nel miglior ristorante della città”

Next Article

Violentissimo terremoto e allerta tsunami: un vero inferno con i palazzi che oscillavano in maniera incredibile: risveglio di terrore nell'isola di Taiwan

Related Posts