Salario minimo solo propaganda: Landini e Schlein raccontassero agli italiani il vergognoso contratto firmato in agosto dai sindacati per la raccolta dei pomodori

di Marco Rizzo da Facebook

Firmato dai sindacati concertativi a Potenza il nuovo contratto per la raccolta dei pomodori. Sapete a quanto? 7,33 € l’ora lordi. 46,20 € diviso 6,30 (ore lavorate, sulla carta ovviamente). Poi parlano di salario minimo. Sindacati del genere è meglio se non esistono…

ECCO LA CONFERMA DI QUANTO DENUNCIATO DA MARCO RIZZO

Accordo per manodopera agricola raccolta pomodori provincia di Potenza

C’è un nuovo accordo per la raccolta del pomodoro da industria per l’anno 2023 in provincia di Potenza. E’ stato depositato per tramite della federazione provinciale della Coldiretti, presso gli Enti territoriali competenti, a firma delle sigle datoriali e sindacali. “Al fine di incentivare l’impiego di manodopera agricola, stabilire un sistema di premialità per operai agricoli e per facilitare le imprese a soddisfare le richieste degli acquirenti, nei tempi da essi dettati, di raccolta di un prodotto facilmente deperibile, –si legge in una nota- si è convenuto di sottoscrivere il nuovo accordo, per il periodo 16 Agosto – 16 Novembre 2023. La nuova intesa prevede, tra le novità più importanti, un aumento a 4,80 euro per bins, per il cottimo misto , una nuova paga base provinciale, Area 3^ 6° Livello, aggiornata a seguito dell’aumento contrattuale dal primo giugno di quest’anno dello 0.5% garantendo una retribuzione giornaliera non inferiore ad 46,20 euro e un richiamo all’ordinanza della Regione Basilicata che vieta il lavoro nella fascia oraria dalle ore 12.30 alle 16.00 con efficacia immediata e fino al 31 agosto 2023, sull’intero territorio regionale nelle aree o zone interessate dallo svolgimento di lavoro nel settore agricolo, limitatamente ai soli giorni in cui la mappa del rischio segnali un livello “alto”.” Dalla Coldiretti di Basilicata la richiesta alla Regione Basilicata di “attivarsi attraverso gli uffici preposti per garantire ai tanti lavoratori stagionali extracomunitari che ogni anno raggiungono la nostra Basilicata – spiega il direttore provinciale di Potenza , Maria Cerabona – di poter usufruire di un’accoglienza dignitosa e ai datori di lavoro la reperibilità dei lavoratori per la raccolta. Nell’Alto Bradano si è in attesa dell’apertura all’ex tabacchificio che lo scorso anno ha ospitato più di 220 lavoratori stranieri, necessari per le imprese agricole impegnate in questa fase nella raccolta del pomodoro. Un luogo dove far soggiornare adeguatamente gli extracomunitari e in tutta serenità anche per la presenza di idonee strutture sanitarie e la vigilanza costante delle forze dell’ordine”.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Panico a Raitre: il titolare del rifugio sulla Marmolada non sta al gioco e racconta il vero sulle temperature dell'intera estate. Nettamente basse al contrario delle balle che raccontano Tg e giornaloni

Next Article

Prima un mal di testa subito dopo la colazione, poi crolla a terra e muore all'improvviso. La strage porta via Martina. Aveva solo 55 anni

Related Posts