Incidente Casal Palocco, il Gip conferma le indiscrezioni: gli youtuber viaggiavano a 124 km all’ora al momento dell’impatto

Secondo il gip. che ha disposto i domiciliari per il ragazzo, la Lamborghini guidata da Matteo Di Pietro procedeva a 124 chilometri all’ora quando si è verificato l’incidente a Casal Palocco.

La Lamborghini guidata da Matteo Di Pietro viaggiava a oltre 124 chilometri all’ora quando si è verificato l’incidente a Casal Palocco. In seguito allo scontro con una Smart è morto Manuel, un bambino di cinque anni. L’auto andava, quindi, a una velocità ben superiore al limite consentito su quella strada. Lo ha scritto il gip nell’ordinanza con cui ha disposto i domiciliari per il ventenne, fondatore del canale Youtube ‘The Borderline’.

Il suv di Di Pietro ha raggiunto 124km/h in 14 secondi

Di Pietro, ricordiamo, è indagato per omicidio stradale aggravato e lesioni. Stando a quanto riporta la gip Angela Gerardi, dal gps dell’auto sportiva emerge che la Lamborghini percorreva via dei Pescatori ed era diretta in via Macchia Saponara a una velocità di circa 145 chilometri all’ora. Quando Di Pietro ha svoltato su via di Macchia Saponara, alle ore 15.38, si è fermato. Su questa via la macchina ha ripreso velocità e ha raggiunto in soli 14 secondi i 124 chilometri all’ora subito prima dell’impatto con la Smart.

L’assenza di tracce di frenata, scrive il gip, dimostra che “la decelerazione improvvisa e rapidissima è stata conseguenza dell’avvistamento dell’auto in prossimità del punto in cui si è verificato l’incidente”.

Chi sono i The Borderline, gli youtuber coinvolti nell’incidente in Lamborghini a Casal Palocco
La testimonianza del conducente del bus: “Smart ha azionato la freccia”
La donna alla guida dello Smart, la mamma del piccolo Manuel, aveva inserito regolarmente la freccia, ha riferito l’autista del bus che passava in quel momento su via di Macchia Saponara. Il conducente ha visto la Smart che azionava “l’indicatore di direzione sinistro e avviava la manovra di svolta; ad un certo punto però veniva travolta da una Lamborghini. La manovra effettuata dalla Smart per la svolta in via Archelao di Mileto era stata molto rapida, senza esitazione, cosa che lo induceva a ritenere che la conducente della Smart non avesse visto o non si fosse accorta dell’arrivo della Lamborghini, che a sua volta non aveva tentato di frenare. Dopo l’urto, la Smart era stata trascinata per alcuni metri quindi era stata sganciata dalla Lamborghini, fermando la propria corsa a ridosso del marciapiede di destra”.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Alberto Angela e l'ipocrita teatrino con Amadeus sul suo ingaggio alla Rai: recita la parte del verginello, ma viene rullato in tempo zero

Next Article

“Le multe possono arrivare fino a 444 euro” Solo pochi automobilisti italiani conoscono questo divieto tipico della stagione estiva

Related Posts