Controllo sociale, il vergognoso servizio di Striscia su come in Cina danno la patente di ‘cittadino bravo e obbediente’: l’hanno fatta passare come cosa buona, giusta e inevitabile

Un servizio allucinante trasmesso da Striscia poche ore fa: una vera e propria promozione del credito sociale.

La tecnica utilizzata per promuoverlo è la stessa che hanno usato per promuovere la farina di grilli e si può chiamare tecnica dell’inevitabilità: si fa passare quello che dovrebbe essere un cambiamento futuro e incerto come già avvenuto, e più che discutere se il cambiamento sia giusto o no, utilizzano la retorica del progresso e del futuro per spingerti semplicemente a “prenderne atto”.

QUI IL VIDEO INTEGRALE

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
2 comments
  1. Gerry scotti sei proprio scaduto ormai, tra i microcip che approvi e questo di oggi sei proprio fuori di testa. Che delusione di essere. Tu ormai te ne freghi tanto la tua vita l’ha vissuta come hai voluto. Non pensi ai tuoi nipoti? Voglio credere che non ci sei con il cervello, ma vuol dire solo addolcire la pillola. Uomo piccolo piccolo, convinto di essere Dio in terra. Inizia proporre tutto ciò per i tuoi parenti poi noi ti seguiamo.

  2. Siete di una ignoranza abissale e state cercando di manipolare le menti più deboli. Il credito sociale si sostituisce al diritto e ai processi e in tempo zero ti condanna alla pena decisa dalle elite, che saranno sempre al sicuro da queste regole distopiche. Vi ricordo che la prima monarchia costituzionale, la Magna Charta, nel 1100 circa, prevedeva che anche il sovrano fosse sottoposto alle leggi, come tutti gli altri. Non conoscete nè la storia nè il diritto, che Zeus vi strafulmini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

“Questi sono i dati e inconfutabili” Il professor Frajese smonta ancora una volta le accuse di ‘negazionismo’ di Bassetti: una risposta perfetta

Next Article

Strage di Bergamo, Conte e Speranza. abbiamo la data! Saranno interrogati a Brescia il prossimo 10 maggio: vediamo se riusciranno a insabbiare le loro decisioni criminali

Related Posts