Grosseto, strage di ciclisti! Anziano travolge un gruppo di cicloamatori: un bilancio tremendo. Almeno quattro le vittime

Tra le vittime anche il conducente del mezzo, un anziano che avrebbe avuto un malore e perso il controllo invadendo la corsia opposta. Sei feriti, uno è grave

Gravissimo incidente questa mattina, 14 luglio, a Grosseto. Una macchina ha colpito un gruppo di ciclisti sul margine della carreggiata causando quattro morti e sei feriti: tra le quattro vittime anche il conducente del veicolo. Lo scontro tra i mezzi sarebbe avvenuto frontalmente.

Dalla ricostruzione fatta agli investigatori da un testimone oculare sembra che il gruppo di ciclisti sia stato travolto da un’auto, un’utilitaria condotta da un anziano.

Il conducente, residente a Montepescali (Grosseto), si sarebbe sentito male ed è poi stato ritrovato morto nel mezzo.
Secondo la ricostruzione a causa del malore avrebbe invaso la corsia opposta della strada subito fuori l’abitato di Braccagni, sulla Vecchia Aurelia. L’auto ha preso in pieno la carovana di 20 ciclisti.

Uno dei ciclisti deceduti sarebbe rimasto incastrato sotto l’utilitaria che si è fermata nella fossetta laterale dopo circa 50 metri, mentre le altre due vittime sarebbero morte al momento dell’urto. Sul posto è arrivato anche il procuratore della Repubblica di Grosseto Maria Navarro insieme al sostituto procuratore Nicola Falco. Per i rilievi al lavoro polizia municipale e carabinieri di supporto. La strada resta chiusa.

Un ciclista, il primo della fila, sarebbe riuscito a evitare l’auto mentre non c’è stato nulla da fare per gli altri. Un ferito è grave ed è stato portato in elicottero all’ospedale di Siena. Altri cinque sarebbero feriti leggermente.

Le vittime dell’incidente sono Antonio Panico, 56 anni, Roberto Seripa 71 anni e Milo Naldini 73 anni – i tre ciclisti amatori – e Mario Fiorilli, 82 anni, di Montepescali (Grosseto) che, secondo quanto appreso, sarebbe stato colto da un malore che ne ha poi provocato il decesso mentre era al volante. Il gruppo di amici, secondo quanto si apprende, il martedì e il giovedì si ritrovava per percorsi in bici. Stamani erano stati a Massa Marittima e stavano rientrando a Grosseto.

“Eravamo un gruppo di 20 ciclisti circa. Ho visto questa auto che si allargava, come se avesse un ostacolo davanti a sé. Pensavo dovesse girare verso un negozio di infissi. E invece veniva sempre più qua. Io sono riuscita a passare. Poi mi sono girata, e ho visto la strage”. Così una sopravvissuta all’incidente mortale.

La Vecchia Aurelia, dopo Braccagni, è stata chiusa al traffico per circa tre ore per permettere i soccorsi, i rilievi e il trasferimento delle salme all’ospedale Misericordia di Grosseto in attesa delle decisioni autorità giudiziaria.

Il Consiglio comunale di Grosseto è stato sospeso dopo la notizia dell’incidente e il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna ha postato su facebook la foto a corredo di questo articolo e diffuso la seguente nota: “A causa delle tragiche notizie che arrivano dalla nostra frazione di Braccagni, relativamente a un incidente stradale che si è verificato in mattinata, il Consiglio comunale di Grosseto ha deciso all’unanimità e con grande apprensione di sciogliere la seduta in corso. In attesa di ulteriori aggiornamenti esprimiamo vicinanza a tutte le persone coinvolte e ai loro familiari”.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

E' ufficialmente finito il governo Draghi! Cinquestelle hanno aperto la crisi: annunciata l'uscita dall'aula al momento del voto. L'impiegato di banca costretto a salire al Quirinale

Next Article

Draghi costretto a salire al Quirinale, mistero sul volere di Mattarella: lo strano annuncio sul Consiglio dei Ministri previsto inizialmente alle 15.30

Related Posts