Ha solo avuto il tempo di laurearsi in medicina: saltato come un birillo a soli 28 anni. Sempre tutto normale per i media di regime

Muore d’infarto a 28 anni: Paolo si era laureato da soli tre anni
Originario di Sovere (Bg), aveva lavorato anche al pronto soccorso del nosocomio di Esine.

Ucciso da un malore, a soli 28 anni. Un infarto ha strappato Paolo Bianchi dalle braccia della mamma Mariapia e dei fratelli Andrea a Stefano, dei colleghi e degli amici.

Originario di Sovere (Bg), si era laureato in medicina all’università di Brescia nel 2021: da allora aveva lavorato in diversi ospedali tra cui il pronto soccorso del nosocomio di Esine, lasciando ottimi ricordi nei colleghi. Da qualche tempo si era trasferito a San Bonifacio (Vr) per completare la specializzazione all’ospedale Fracastoro.

“Paolo era il collega ideale: tranquillo, pacato, educato, ma al tempo stesso dotato di intelligenza e indubbia abilità nel risolvere i problemi.  Ha veramente dato molto a chi lo ha conosciuto, nel breve tempo che gli è stato concesso”, si legge tra i tantissimi ricordi e le testimonianze di affetto apparse sui social.

“La sua passione traspariva dal sorriso: la sua determinazione e umanità mi aveva colpito da subito. Doti fondamentali per un medico e lui lo era: bravo ed umano”, scrive ancora chi lavorava in corsia insieme al 28enne.

La camera ardente è stata allestita nell’abitazione dei familiari a Sovere e tutta la comunità si sta stringendo attorno alla madre e ai fratelli del dottor Bianchi che, a distanza di qualche anno, devono affrontare un altro grave lutto. Centinaia di persone sono attese per l’ultimo commosso saluto: il funerale sarà celebrato giovedì 15 febbraio, alle 15, nella chiesa parrocchiale del paese bergamasco.

Il dramma del padre

Il padre di Paolo, Vincenzo, aveva perso vita nel 2009 a Bussi sul Tirino, paesino nell’entroterra abruzzese, mentre partecipava al campionato italiano di Enduro. Pilota del Moto Club Costa Volpino, era deceduto all’età di 57 anni mentre gareggiava nella categoria Major. Nel corso del suo secondo giro in pista, aveva perso il controllo della sua Ktm 300, precipitando a terra a seguito di un infarto. Nonostante l’intervento tempestivo dei soccorsi, per lui non c’era stato nulla da fare.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

"I passeggeri vanno pesati prima dell'imbarco" L'assurda scelta della nota compagnia aerea: vuoi vedere che si preparano a qualche nuovo scherzetto?

Next Article

"Sono arrivato dal Veneto per dirtelo in faccia" Roberto Speranza nel panico! Alcune persone distrutte dal sacro siero sono riuscite a sputtanarlo davanti alla platea, poi arrivano gli sgherri di Meloni e Piantedosi e li mandano via

Related Posts