Maltempo, allerta della Protezione civile dopo il nubifragio abbattuto su Matera: allagamenti e strade chiuse

Matera, la pioggia si riversa sulle strade: il passante trascinato dalla corrente
Il passante cerca di stare in piedi ma la corrente è troppo forte e lo trascina: sono le immagini che arrivano da Matera dopo la pioggia delle ultime ore. L’acqua si è riversata sulle strade del centro storico, compresa la zona dei Sassi. Straripato il fiume Basento. Non ci sono feriti.

La Protezione civile ha diffuso un messaggio in cui invita i cittadini a non uscire di casa. Si stanno chiudendo vari tratti di strada e la circolazione è permessa solo ai vigili del fuoco e ai mezzi di soccorso

Un nubifragio si è abbattuto nel pomeriggio a Matera, provocando allagamenti in varie aree urbane e periferiche. Alcuni tratti stradali sono chiusi per la presenza di detriti o materiali. L’acqua si è riversata soprattutto nei Sassi, i rioni di case in tufo patrimonio dell’Unesco, dove ha creato disagi ai numerosi turisti e ai locali pubblici perché tavolini, ombrellini e sedie sono stati travolti o fatti cadere.

Protezione civile: “Non uscite di casa”

La Protezione civile ha diffuso un messaggio con cui invita i cittadini a non uscire di casa e ha diramato un avviso di superamento della soglia pluviometrica. ”Attenzione – si legge nel messaggio – a causa delle avverse condizioni meteo si invita la cittadinanza a non uscire di casa. Si stanno chiudendo vari tratti di strada. In circolazione ci sono i mezzi della protezione civile e dei vigili del fuoco”

I disagi

Circa trenta interventi sono stati finora effettuati dalle squadre dei vigili del fuoco per gli allagamenti e i disagi provocati dal nubifragio. Ai km 44-45 della strada statale 407 Basentana, in direzione Potenza, si viaggia su un’unica corsia con senso di marcia alternato. A Matera la bomba d’acqua ha provocato numerosi allagamenti, con chiusura temporanea di sei tratti stradali. La situazione sta tornando alla normalità, resta chiusa solo una via per presenza di pietrisco e fango.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Lutto nel cinema. È morto Philippe Pozzo di Borgo, l’uomo tetraplegico la cui storia ha ispirato il film cult “Quasi amici”

Next Article

“Tanti, tanti soldi…” Tina Cipollari nei guai: la notizia arriva dopo la fine della stagione tv. Uno dei concorrenti ha intenzione di denunciarla

Related Posts