Cinquestelle alla frutta! Sfanculati al Parlamento europeo persino dai peggiori parassiti: il gruppo dei Verdi, la peggio feccia asservita alla massoneria mondiale

Grillo troppo vicino alla Cina, scontro nei Verdi europei sull’ingresso del M5S nel gruppo dei Green

La decisione finale potrebbe arrivare oggi – far entrare o no i 5 Stelle nel gruppo verde al Parlamento europeo? – ma comunque vada la scelta non sarà indolore. Se da una parte c’è chi vede con favore l’ingresso del Movimento, dall’altra ci sono opposizioni interne durissime. Ne è un esempio la mail inviata a tutti gli europarlamentari Green e ai rispettivi assistenti di uno storico esponente ambientalista tedesco, lui stesso eletto a Bruxelles, cioè Reinhard Bütikofer.

La sua comunicazione parte dal racconto dell’incontro avuto con Giuseppe Conte la scorsa settimana: l’ex presidente del Consiglio aveva visto i vertici del gruppo ecologista europea proprio per perorare la causa del Movimento. “Gli ho chiesto quali garanzie poteva dare che il M5S non mettesse in crisi la lotta all’autoritarismo del nostro gruppo e della famiglia verde. Ma ha preferito non rispondere alla mia domanda”, scrive Bütikofer. Che conclude il suo preambolo: “Conte non ha potuto assicurarci che non avrebbero minato la (nostra, ndr) lotta contro l’autoritarismo perché lo stanno già facendo ampiamente. Su questo argomento sono nostri avversari”.

La mail dell’europarlamentare tedesco tocca due temi specifici: la posizione pacifista sulla guerra in Ucraina del Movimento, considerata però di comodo, non mossa da principi sinceri ma da una sorta di avventurismo in politica estera se non di intelligenza con il ‘nemico’ – queste le considerazioni di Bütikofer – e la relazione speciale di Beppe Grillo e del M5S stesso con la Cina. Attorno a questi due argomenti il verde tedesco ha prodotto una serie di dichiarazioni e scritti che dimostrano o dimostrerebbero l’incompatibilità dei 5 Stelle con la politica dei Greens. Dove però va comunque detto che le sensibilità sono diverse tra i vari partiti europei: lo dimostra ad esempio il pieno sostegno all’intervento militare in Ucraina dei Grunen – che governano con socialdemocratici e liberali in Germania – e invece il no all’invio di armi dell’Alleanza verdi sinistra in Italia, esattamente come ha fatto dopo la caduta del governo Draghi il Movimento.

“Spero che la documentazione della reale posizione del M5S su questi temi vi serva per prendere una decisione”, chiosa nella sua comunicazione Bütikofer. Anche Europa verde, il partito del sole che ride in Italia e alleato con Sinistra Italiana, è contrario all’ingresso dei 5 Stelle nel raggruppamento, ma non ha dei parlamentari europei che possano comunque partecipare ad una eventuale conta.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Terrore al concerto, altro cantante morto all'improvviso sul palco: questa volta ha perso la vita un celebre rapper di soli 28 anni. Mai viste tutte queste tragedie in pochi giorni a memoria d'uomo

Next Article

Carburanti, Meloni e la super-scazzola per giustificare la decisioni di rimangiarsi quello che per anni ha sostenuto quando era all'opposizione

Related Posts