“Li stanno obbligando a fare il tampone” Il dottor Riccardo Szumski denuncia l’ennesima infamia da parte dei medici collaborazionisti nei confronti dei pazienti con l’influenza

La provincia di Treviso,feudo del collaborazionista Luca Zaia, sempre in prima fila quando si tratta di terrorrizzare il pollame. Qui sotto trovate il classico articolo ‘allarmistico’, ma prima vi riportiamo la denuncia del dottor Riccardo Szumski che, guarda la combinazione, risiede proprio da quelle parti:

“Cronache di questi giorni..piccini e grandi con febbre..fate il tampone o non li visitiamo…tampone positivo non li visitano..tachipirina ed eventualmente brufen…
Fate apposta su tutta la linea allora!!”

Covid, il caso-Treviso preoccupa l’Italia: ecco cosa sta succedendo

tratto da Libero
Nessuna emergenza, ma il Covid torna a colpire. In particolare a Treviso, dove in concomitanza col picco stagionale dell’influenza si registrano difficoltà nell’azienda sanitaria, così come nelle scuole e nelle società sportive.

“Aumentano i casi di Covid e le richieste vaccino – ragiona il direttore generale dell’Ulss 2 di Treviso, Francesco Benazzi –. Abbiamo un aumento del 39% dei ricoveri questa settimana, siamo passati da 90 a 138 per Covid, dei quali tre in terapia intensiva e cinque in semi-intensiva”, ricorda.

E ancora, aggiunge: “Mi spiace per i no-vax, ma i più gravi sono tutti quelli non vaccinati, gli altri in due o tre giorni riescono a non avere più sintomi”. E ancora: “Finora abbiamo fatto 11.328 vaccinazioni anti Covid in questa stagione. Chiaramente, un alto numero di positivi all’interno degli ospedali occupa posti letto per diversi giorni, facciamo fatica ad avere una rotazione per gli altri, e l’attività viene rallentata, soprattutto chirurgica ma anche quella delle medicine”.

Insomma, meglio prevenire. Dunque, per affrontare al meglio il recente aumento di positivi al Covid-19 e delle ospedalizzazioni, l’Ulss 2 Marca trevigiana rafforza la campagna vaccinale organizzando una seduta straordinaria venerdì 8 dicembre. La giornata avrà luogo negli ambulatori dedicati della sede “La Madonnina”, in via Castellana, 2, a Treviso, dalle 8.30 alle 19.30. E ancora, per ridurre le tempistiche delle operazioni, l’Ulss 2 suggerisce un abbigliamento comodo, come una maglia a maniche corte e una felpa con cerniera, oltre all’utilizzo della tessera sanitaria magnetica.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

"Stiamo fallendo, leva quelle leggi senza senso" La lettera a Biden di quasi quattromila concessionari di auto: nel mirino le inutili imposizioni per obbligare all'acquisto delle auto elettriche

Next Article

"Stanno instituendo una dittatura globale sanitaria" Raffaella Regoli come sempre una delle poche voci libere lancia l'allarme sul criminale piano dell'Oms

Related Posts