Processo Ciro Grillo e lo stupro di gruppo, gli avvocati del genovesi provano a distogliere l’attenzione attaccando Giulia Bongiorno per le fughe di notizie

Avvocati contro. Da una parte i difensori di Ciro Grillo (figlio del Garante dei Cinque Stelle) e dei suoi tre amici genovesi, Edoardo Capitta, Francesco Corsiglia e Vittorio Lauria, tutti accusati come lui di stupro di gruppo e di violenza sessuale. Dall’altra, le parti civili della presunta vittima: di Silvia (nome di fantasia), studentessa italo-norvegese che nel luglio del 2019 si trovava in vacanza in Sardegna.

Gli avvocati a verbale: “Dall’aula sono diffuse comunicazioni”. La senatrice leghista ribatte: “Cautela e rigore”

La prossima udienza del processo in cui sono imputati Ciro Grillo e i suoi amici Edoardo Capitta, Francesco Corsiglia e Vittorio Lauria per la violenza sessuale ai danni di una ragazza, è fissata per il prossimo 10 luglio. Nell’udienza che si è appena tenuta, sono state discusse le immagini reperite sui cellulari sequestrati agli imputati.

Secondo quanto dichiarato dal consulente della Procura, qualcosa è stato cancellato dai telefonini dei quattro giovani. Dunque le immagini analizzate sarebbero parziali e ometterebbero altri contenuti. Sempre in aula, è scontro proprio sul valore delle immagini. Secondo gli avvocati difensori dei quattro giovani in Aula è necessario che, come riporta Repubblica.it, “vengano mostrate tutte le foto e video presenti sui cellulari dei giovani coinvolti, incluse quelle estrapolate dal perito nominato dai legali difensori, Mattia Epifani, e relative alla sera precedente trascorsa al Billionaire dal gruppo di giovani, dove si vedrebbe Silvia che flirta con Grillo Jr”.

Diversa, invece, è la posizione dei legali difensori della giovane vittima. Gli avvocati Giulia Bongiorno e Dario Romano sostengono che le immagini del Billionaire non hanno rilevanza per la presunta violenza sessuale avvenuta in un secondo momento. Diversamente, i legali sostengono di fondamentale importanza “le immagini scattate dai giovani nella notte con l’amica Roberta, che mentre dormiva sul divano, è stata fotografata da tre giovani che le avevano avvicinato i genitali al viso”.

Il dibattimento, dunque, si concentrerà molto sul valore delle immagini, che potrebbero determinare gli esiti del processo.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

"Le tasse sono un pizzo di stato" Un Tommaso Cerno da applausi spiazza tutti in studio e ci regala un discorso da far ascoltare anche ai ragazzi delle scuole

Next Article

Ma non eravamo tutti razzisti? Dopo mesi di piagnisteo e di offese gratuite la signorina Egonu torna a giocare in Italia: il lauto ingaggio fa passare sempre tutto

Related Posts