Covid, dopo Pasqua: ecco il piano di Roberto Speranza. La follia della banda del virus: a cosa vogliono condannarci

E se in questa Pasqua di guerra l’agnellino sacrificale predestinato fosse il lugubre teatro del Covid di Roberto Speranza? Nulla di personale, sia chiaro; ma una volta liberi dal Cts, una volta preso atto che con la variante Omicron e le sue sottomarche abbiamo imparato a convivere terapeuticamente senza finire sotto terra, sembra proprio giunto il momento d’imporre al ministro della Salute e ai suoi ipocondriaci consiglieri di sbaraccare mascherine e altre limitazioni penitenziali.

Oltre all’anacronistico green pass, ovvio. Ma a quanto pare lui non ha ancora intenzione di uscire – e farci uscire – dalla prigione invisibile della pandemia. E così, mentre a Shanghai il dispotismo asiatico cinese rimette in scena un cruento lockdown sul modello del 2020, il nostalgico Speranza insiste nel rinviare a dopo Pasqua una valutazione definitiva sull’uso dei dispositivi sanitari che in teoria dovrebbero sparire da fine mese in poi: «Valuteremo la curva epidemiologica, ma dobbiamo ancora tenere alto il livello di attenzione: ora le mascherine sono essenziali… noi le raccomandiamo con forza in tutte le occasioni, anche all’aperto, dove ci sono possibilità di assembramenti».

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui 👇
https://t.me/capranews

Total
0
Shares
3 comments
  1. se il mendace ministro é ancora al suo posto dovete “ringraziare” i 5 stelle, lega e forza italia, l’anno scorso avrebbero potuto votare la sfiducia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Ovetto Kinder con salmonella, primo ricovero in Italia: ora è panico. Aperta un'indagine, ecco dove ha colpito il virus

Next Article

Sanzioni infami per l'obbligo del Pos: Draghi con la scusa della lotta all'evasione segue alla lettera il volere dei suoi padroni

Related Posts