“Ho obbedito con la quarta dose e l’ho preso in quel posto” Antonio Cabrini ce l’ha fatta: dopo quattro giri a capito la truffa del sacro siero. meglio tardi che mai

Con ancora negli occhi le immagini della spettacolare partita di ieri, che ha assegnato il titolo mondiale alla nazionale argentina, parliamo di un “nostro” campione del mondo, edizione 1982. Perché? Perché anche Antonio Cabrini, che rientrava nel novero dei testimonial Vip della campagna vaccinale, forse oggi si fa qualche domanda: ha, difatti, contratto il Covid nonostante non una, due o tre, ma ben quattro dosi di vaccino gli siano state inoculate. Chissà se ripenserà a queste sue dichiarazioni: “Spero che si riesca al più presto a trovare un vaccino che possa contrastare la diffusione della pandemia”. Così parlava, intervistato da Juventus news 24, parole poi rilanciate da calcionews24.com, il 21 marzo 2020. Non intendiamo spiegare a Cabrini, cui auguriamo di rimettersi presto, la differenza tra vaccino farmaco sperimentale. D’altro canto, che il vaccino Covid non fosse stato testato per la non trasmissibilità del virus lo aveva serenamente ammesso Janine Small, dirigente Pfizer per i mercati emergenti. Nulla, invece, ci è dato sapere circa le conversazioni e i messaggi scambiati tra il Ceo di Pfizer, Albert Bourla, e Ursula von Der Lyen, durante la fase di acquisto di 4 miliardi e mezzo di dosi di vaccini! Senza alcuna evidenza della loro efficacia.

La visibilità di cui ancora oggi gode l’ex terzino fluidificante porta alla luce la stessa condizione di milioni di persone sconosciute che in buona fede hanno aderito, e ben volentieri, al ciclo vaccinale e poi, laddove non abbiano sofferto degli effetti avversi (“malori improvvisi” in primis) che più e più volte abbiamo commentato, si sono ritrovati comunque a contrarre il virus. In occasione della XVII edizione degli Oscar dello Sport, svoltasi a Roma nel Salone d’Onore del Coni, Antonio Cabrini doveva ricevere un riconoscimento, ma si è visto costretto a partecipare in videoconferenza.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui>https://t.me/capranews

Total
31
Shares
2 comments
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Gianluca Vialli, continua a lottare nella clinica di Londra dove è ricoverato da una settimana per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute: “Necessari farmaci per il dolore”

Next Article

Lutto nel mondo del cinema: morto a soli 58 anni, a causa di una grave mallattia Ronan Vibert: divenne celebre in Italia con “Saving Mr. Banks”

Related Posts