Da due anni sono sgradito in Ucraina per colpa dei reportage sulla finta rivoluzione arancione del 2014

Vi proponiamo una intervista che due anni fa il documentarista e giornalista italiano Giorgio Bianchi rilasciò a Byoblu.

Racconta che due anni fa l’ambasciata italiana gli sconsigliò di andare in Ucraina perché era in una black list governativa e avrebbe rischiato addirittura la vita.

Qui racconta con dovizia di particolari cosa ha visto con i suoi occhi in quel tragico 2014

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui 👇
https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Laboratori virus in Ucraina? L'Oms lancia l'allarme e conferma un'altra delle scuse fatte da Putin agli Usa

Next Article

Il video choc dell"incitamento all'odio inculcato in anni agli studenti Ucraini: roba degna del Terzo Reich

Related Posts