È morto Ivano Marescotti, l’attore e regista aveva 77 anni e aveva lavorato con Checco Zalone, Roberto Benigni, Marco Risi, Daniele Luchetti, Carlo Mazzacurati, Ridley Scott, Anthony Minghella Gabriele Muccino. Era da qualche giorno ricoverato all’ospedale civile di Ravenna a causa del peggioramento delle sue condizioni fisiche legate a una grave malattia.

Una lunga carriera con decine di premi e candidature. Tra gli ultimi film Bar Giuseppe di Giulio Base. Un anno fa si era ritirato dalle scene per dedicarsi “alla scuola Tam (Teatro Accademia Marescotti) con 15-20 allievi ogni anno ai quali insegno recitazione” come aveva spiegato sui social.

Classe 1946, nato a Bagnacavallo, nella Bassa Romagna, Marescotti è stato protagonista di una settantina di film con personaggi distanti: dal dottor Randazzo in Johnny Stecchino al leghista di Cado dalle nubi di Checco Zalone, passando per il papà di Alex in Jack Frusciante è uscito dal gruppo e poi Pietro, l’anziano genitore di A casa tutti bene, il film di Gabriele Muccino del 2018. Marescotti lascia la moglie Erika, che aveva sposato un anno fa, e la figlia Iliade nata nel suo matrimonio precedente.