Lutto gravissimo nello sci: è morto il leggendario allenatore di Deborah Compagnoni e Isolde Kostner. Piermario Calcamuggi aveva 74 anni

Il mondo degli sport invernali è stato colpito dalla tragica scomparsa di Piermario Calcamuggi, uno dei tecnici più rinomati dello sci internazionale. Calcamuggi è deceduto nel pomeriggio di sabato a seguito di un improvviso peggioramento delle sue condizioni di salute, poco dopo un intervento di routine al cuore che inizialmente era riuscito perfettamente. Aveva 74 anni. Dopo l’intervento, Calcamuggi aveva avuto l’opportunità di parlare con la moglie Ita e i figli, Matteo ed Elisa, promettendo loro un incontro imminente nella loro casa a Champoluc. Tuttavia, il suo quadro clinico ha subito un brusco deterioramento che ha portato alla sua morte.

Piermario Calcamuggi è stato una figura centrale nello sci azzurro dei primi anni ’90, durante i quali ha guidato una squadra di atleti di spicco come Deborah Compagnoni, Lara Magoni, Isolde Kostner e Sabina Panzanini. Con il suo contributo, l’Italia ha ottenuto significativi successi alle Olimpiadi di Albertville ’92 e Lillehammer ’94, nonché una memorabile tripletta nel gigante di Narvik nel 1996. La Federazione Italiana Sport Invernali ha appreso “con grande dolore la notizia della scomparsa di Calcamuggi e si stringe alla famiglia in questo triste momento. Alla famiglia Calcamuggi arrivino le più sentite condoglianze del Presidente Roda, del Consiglio federale, dei tecnici, degli atleti e dello staff intero”.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Atletica, abbattuto lo storico record che resisteva da ben 37 anni: superando l’asticella a 2,10 metri Yaroslava Mahuchikh ha frantumato il primato di Stefka Kostadinova e stabilito a Roma nel 1987

Next Article

Dice il bambino alla mamma: "Lo sai che ho visto papà che alzava il vestito alla cameriera?" E lei: "Non dire queste cose Luigino, vai a giocare"

Related Posts