Jannick Sinner che spettacolo! Con un numero da cineteca realizza un punto pazzesco e porta a casa il passaggio ai quarti nell’Atp di Halle

Sinner lo ha rifatto, ancora più difficile! Punto pazzesco con capriola, Marozsan resta di marmo
Jannik Sinner si è qualificato per i quarti di finale del torneo di Halle battendo l’ungherese Maroszan: nel corso del match il campione azzurro ha messo a segno l’ennesimo punto mostruoso, dopo quello del primo turno contro Griekspoor.

Jannik Sinner ha superato con un po’ più di fatica del previsto il secondo turno del torneo ATP 500 di Halle: il campione altoatesino ha battuto in tre set l’ungherese Fabian Marozsan, col punteggio di 6-4/6-7(4)/6-3. Sinner si è così qualificato per i quarti di finale, dove affronterà il vincente del match tra il greco Tsitsipas e il tedesco Struff, che si giocherà più tardi. Il match è stato nobilitato da un altro punto mostruoso di Jannik dopo quello già giocato nel primo turno contro Griekspoor: una prodezza che ha lasciato di sasso Maroszan e fatto crollare per gli applausi il centrale di Halle.

Il punto mostruoso di Sinner contro Maroszan: capriola e passante (VIDEO)

All’inizio del terzo set, con l’ungherese alla battuta, Sinner è stato chiamato a rete da una smorzata dal suo avversario, riuscendo a incrociare il rovescio strettissimo. Maroszan è riuscito ad arrivare sulla pallina, rimettendo in campo a sua volta un rovescio lungolinea sul qualche chiunque sarebbe stato superato, ma non il numero uno al mondo. Jannik ci è prodigiosamente arrivato col dritto, producendosi dopo il colpo in una capriola esattamente come aveva fatto contro Griekspoor. Ma stavolta il punto non era finito e dopo essersi rialzato Sinner si è fatto tutto il campo per andare dall’altra parte a colpire un passante incrociato di rovescio in corsa, pazzesco e stordente per un Maroszan incredulo come tutti gli spettatori.

Ormai sui social si parla di “punti alla Sinner” per definire prodezze di questo tipo, che sono per pochissimi, o forse per uno, il nostro campione. Il match ha visto Jannik continuare nella sua ricerca della miglior forma sull’erba in vista del torneo di Wimbledon, che inizierà il prossimo 1 luglio. Il primo set sembrava già messo in discesa col break al terzo game del 22enne di San Candido, ma Marozsan si è portato subito sul 2-2 strappando a sua volta il servizio a Sinner. Il parziale è stato allora deciso dal successivo break per Jannik al nono gioco.
Il secondo set è scivolato via senza tanti sussulti fino al 5-5, quando Sinner ha avuto due palle break sul 15-40, annullate tuttavia dall’ungherese attingendo al suo servizio. Si è andati dunque al tie-break, che Jannik ha perso per 7 punti a 4. Il terzo set ha visto l’altoatesino prendere subito il largo 3-0 e poi 5-1, per poi chiudere 6-3. Ma negli occhi resta soprattutto l’ennesimo punto “alla Sinner”: qualcosa ci dice che di prodezze così ne vedremo parecchie nei prossimi anni.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

“Dovete aumentare le tasse. Ecco chi deve pagare”. La ricetta dell’Europa per l’Italia è da pazzi. Vogliono i nostri beni e le nostre case

Next Article

Monsignor Viganò, provvedimento choc dal Vaticano! L'alto prelato che da anni osa denunciare la feccia di Davos accusato di 'scisma'

Related Posts