“Una quota di imbecilli” Vittorio Feltri senza freni alla notizia dell’elezione a Bruxelles di Ilaria Salis

Da una parte Ilaria Salis che ha fatto il pieno di voti trascinando l’Alleanza Verdi-Sinistra di Fratoianni e Bonelli ben oltre la soglia di sbarramento delle elezioni europee, dall’altra il generale Roberto Vannacci, anche lui campione di preferenze con la Lega. A commentare le performance dei due outsider del voto europeo è Vittorio Feltri, in un video-commento sul sito de Il Giornale. Ebbene, secondo il direttore editoriale “il fatto che Vannacci abbia preso una valanga di voti conferma quello che noi avevamo ipotizzato”, ossia che il militare “dice delle cose che sono attualmente il pensiero della maggioranza degli italiani”. Insomma, chi lo ha votato ha capito “che non siamo di fronte a un diavolo ma di fronte una persona di buon senso”, afferma Feltri.

Dicevamo di Salis, detenuta in Ungheria – ora ai domiciliari – e sotto processo con gravi accuse. “È riuscita a farsi eleggere e quindi sarà parlamentare europeo, ma non si capisce che meriti abbia se non quello di essere” detenuta. Per il direttore l’insegnante brianzola “ne ha combinate di tutti i colori nella sua vita, però siccome è comparsa in televisione con le catene” ha fatto breccia in un certo elettorale. Quale? Be’, “le sciure milanesil l’hanno votata in massa proprio per una questione umanitaria”, commenta Feltri. Tuttavia Salis nel Parlamento Europeo “conterà come il due di picche”, conclude il direttore che chiosa: “Il nostro Paese è vero che ha una classe politica di deficienti, ma anche gli elettori dimostrano di avere tra loro una quota di imbecilli abbastanza cospicua…”.

 

Total
0
Shares
2 comments
  1. Sarebbero state le “umanitarie” sciure milanesi, a votare in massa la Salis?
    Sulla base di che prove Feltri lo afferma?
    In realtà tutti i media scrivono che uno (stranissimo?) 40% di studenti fuori sede, l’abbia votata, un giornalista come Feltri dovrebbe accorgersi di certe cose e magari indagare, su come si sia svolto il voto, che giri abbiano fatto le schede, o comunque sul perchè questa nicchia di elettori abbia votato… insomma: quelle indagini che ogni giornalista farebbe per togliersi la curiosità.

  2. Stranamente anche Crisanti mai stato in politica, fu eletto nelle ultime elezioni del PD con lo stesso metodo, addirittura arrivarono i volantini con la sua fotografia.
    A pensare male ci si azzecca di questi tempi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

"Candidarla per farla uscire di galera non è democrazia" Ilaria Salis, la furia del Presidente La Russa

Next Article

Accordo segreto fra Putin e Trump? La voce che proviene dagli Usa: divisione in due dell’Ucraina e l’uscita del Paese dal controllo americano ed europeo

Related Posts