Casa svaligiata durante le votazioni: l’incredibile beffa per la candidata di Fratelli d’Italia Alessia Ambrosi

Il colpo durante il weekend di elezioni. Vestiti griffati, gioielli, accessori e scarpe per decine di migliaia di euro. È il bottino del colpo messo a segno ai danni della deputata trentina di Fratelli d’Italia, Alessia Ambrosi.

A scoprire il furto, la notte tra sabato e domenica, è stata la stessa Ambrosi rientrando a casa, a Cavaion Veronese, intorno all’una di notte. I ladri hanno rovistato ovunque, mettendo tutto a soqquadro dopo essere riusciti a disattivare il sistema di telecamere di sorveglianza e il sistema di allarme collegato con la caserma dei carabinieri di Caprino.

Stando alle prime ricostruzioni, i banditi sarebbero penetrati nell’abitazione dopo aver smontato una grande vetrata che dà sul giardino. Alessia Ambrosi era a un matrimonio, è tornata a casa in auto insieme con la figlia di 9 anni, e si è trovata davanti questa scena sconvolgente.

“Come se fosse passato un tornado. Mi sento violata nell’intimo”, ha spiegato a L’Arena la deputata ancora sconvolta per quanto accaduto.

In Trentino Fratelli d’Italia vola dal 5,4 del 2019 al 26,34 per cento. “Il risultato premia la credibilità politica del governo Meloni, il che non era assolutamente scontato”, commenta Alessandro Urzì, deputato e coordinatore regionale di Fratelli d’Italia. “Il risultato è frutto della credibilità della politica del fare e del pragmatismo. In Trentino si sta profilando il ruolo di Fratelli d’Italia come cardine. Sempre più è evidente che c’è la necessità di rafforzare il ruolo del partito in una provincia in cui spesso nell’ambito delle relazioni politiche è emersa una pregiudiziale nei confronti di FdI che è stata spazzata via del voto popolare”.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Macron, la foto che immortala la bastonata epocale del suo indegno partito: Francia, così Le Pen lo ha "divorato"

Next Article

La strage non perdona nemmeno nel mondo del cinema: aveva solo 44 anni e stava semplicemente passeggiando in piazza a Stintino quando, all'improvviso, ha fatto la stessa fine di migliaia di altre persone in questi ultimi allucinanti tre anni

Related Posts