“Adesso se avete le palle dovete andare a farlo davanti a Bergoglio” Il generale Vannacci si prende beffe della feccia rossa dopo le frasi di Bergoglio sui seminaristi omosessuali

Vannacci: “Frociaggine, perché la Sinistra e Lgbtq non denunciano il Papa?”
L’intervista al generale candidato con la Lega alle Europee: “Sono parole che si utilizzano nel gergo comune e che non devono scandalizzare nessuno”

di Alberto Maggi per Affari Italiani
“Sono parole che si utilizzano nel gergo comune e che non devono scandalizzare nessuno. Sono espressioni di carattere familiare ed è assurdo che qualcuno gridi all’eretismo, siamo alla solita assurdità del politicamente corretto”. Il generale Roberto Vannacci, candidato indipendente nelle liste della Lega alle elezioni europee dell’8-9 giugno, commenta con Affaritaliani.it le parole di Papa Francesco sui gay (“frociaggine” e “fuori dai seminari tutte le checche”).

Ma il punto chiave per Vannacci sono “i due pesi e le due misure. Come mai nessuno è insorto? Come mai non ci sono stati 104 esposti in 104 Procure italiane come è accaduto con il sottoscritto? Come mai Pucciarelli (giornalista di Repubblica ndr) e Calenda non insorgono dando al Papa dell’omofobo e istigatore dell’odio? E come mai nessuno dice nulla e nessuno si scandalizza a partire dall’onorevole Zan che afferma che io sia un pericoloso e un violento che dissipa odio? E allora l’onorevole Zan e tutti gli altri perché non dicono le stesse cose di Papa Francesco?”.

“Tutto ciò – sottolinea Vannacci – certifica la totale ipocrisia della sinistra e delle varie associazioni Lgbtq etc… che quando parla il sottoscritto organizzano manifestazioni in piazza scontrandosi con la polizia e lanciando i sex toys e quando parla il Papa stanno zitti e lasciano che tutto passi sottotraccia evitando addirittura di evidenziare quanto accaduto. La smettano con questa ipocrisia e vivano in un mondo normale dove la gente pensa, parla, ride, scherza, si esprime, critica, e grida ai quattro venti evviva la libertà”, conclude il generale.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
2 comments
  1. Parole sante Vannacci, ciò che comunque appare evidente è il bipolarismo del finto papa o l’incoerenza, un giorno li abbraccia e li accoglie nella casa del —signore…… e il giorno dopo li definisce per quel che secondo lui sono realmente, tanto da vietarne il sacerdozio, Il caos totale, ormai l’essere umano è sulla via del non ritorno.

  2. E’ aberrante sentire questi termini da uno che si definisce papa e deve dare il buon esempio ai suoi fedeli, non è la prima volta che scantona, d’altronde tutti sappiamo che papa non è, e dunque il frasario che usa è tipico dell’uomo di strada , Un vero papa (che lui no è ma è un usurpatore) se ne guarderebbe bene dall’ usare un frasario non cristiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

La mossa della 'stronza' fa balbettare De Luca che regala alla Meloni un rigore a porta vuota grande come una casa

Next Article

"Ha fatto bene con quel cafone. Se lo incontro faccio lo stesso" Un Mauro Corona da applausi impartisce l'ennesima lezione al parassita che i campani hanno eletto Governatore della loro regione

Related Posts