“E adesso non lo insultate?” Dopo lo scoop di papa Francesco ed il suo discorso colorito sui gay, il generale Vannacci sfida apertamente la feccia buonista al servizio di Davos

VANNACCI SUL PAPA, ‘E CHI MI DAVA DELL’OMOFOBO?’

(ANSA) – “E Pucciarelli? E Calenda? E il Corriere? E la Gruber? E Gramellini? E Repubblica? E gli indignati? E quelli che Vannacci omofobo’??”. Lo scrive sui social Roberto Vannacci, candidato con la Lega alle Europee, commentando la notizia del duro attacco di Papa Francesco contro la presenza di omosessuali nei seminari e contro l’eccesso di “frociaggine”.

PILLON, STANDING OVATION PER IL PAPA, ORA TUTTI A FARSI BENEDIRE

(ANSA) – “Standing ovation per il papa. Era ora. Absit iniuria verbis. Giusto pochi giorni prima del Pride. E adesso tutti a farsi benedire”. Così su X l’ex senatore della Lega, Simone Pillon, commenta le parole che papa Francesco avrebbe pronunciato contro i gay durante una riunione a porte chiuse con i vescovi.

MARRAZZO (PARTITO GAY), IL PAPA DISCRIMINA, TOGLIERE L’8X1000

(ANSA) – “Il Papa arretra sui diritti Lgbt+ e discrimina i seminaristi gay, sino ad oggi il Papa aveva dichiarato, o almeno fatto intendere, che se un prete rispettava il voto di castità il suo orientamento sessuale non era un problema. Invece, oggi oltre ad usare la ‘parola frociaggine’, come riportato dai media, sembra che abbia anche indicato di vietare l’ingresso ai nuovi seminaristi gay”.

Lo dichiara Fabrizio Marrazzo Portavoce Partito Gay Lgbt+, Solidale, Ambientalista, Liberale “Ricordiamo che i seminari sono finanziati anche con i soldi dei contribuenti italiani ed anche il clero è pagato anche con l’8X1000, pertanto se tale dichiarazione discriminatoria verrà confermata dalla Chiesa, chiediamo che il Governo blocchi i fondi dell’8×1000 alla chiesa Cattolica.

PAPA SENZA FILTRO

Estratto dell’articolo di Massimo Gramellini per il “Corriere della Sera”

Era dai tempi in cui Sarri lo gridò a Mancini che nell’arena pubblica non risuonava più la parola «frocio».

Persino Vannacci se n’è sempre tenuto prudentemente alla larga, ricorrendo a una serie impressionante di circonlocuzioni e di sinonimi. Papa Francesco l’avrebbe reintrodotta ai disonori delle cronache nella versione sostantivata: «frociaggine».

[…] È opinione comune che Bergoglio stia alla raffinatezza intellettuale del suo predecessore Ratzinger come un lottatore di wrestling a un ballerino classico, ma forse stavolta ha esagerato […].

[…] la «frociaggine» e i suoi derivati fanno sempre più fatica a trasformarsi da pregiudizio pensato a parola pronunciata. Per riuscire a superare il muro del suono hanno bisogno di eludere i filtri creati dal buonsenso e dal buongusto, cioè dalle sensibilità che si sono andate affermando negli ultimi decenni. Il fatto che a compiere questo salto mortale sia stata proprio la voce del Papa mette addosso un po’ di sgomento e tanta malinconia. Se fosse vero, potremmo solo augurargli che Bombolo, dal Paradiso, interceda per lui.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Ci teneva a far sapere che si era vaccinata, ma a soli 50 anni, il solito cancro fulminante l'ha portata via dai sui cari. Lascia una figlia di 22 anni

Next Article

La mossa della 'stronza' fa balbettare De Luca che regala alla Meloni un rigore a porta vuota grande come una casa

Related Posts