Il folle prezzo dei biglietti per la serata finale di Sanremo: proprio vero che al pollame piace farsi spennare

Quanto costa un biglietto per sedersi all’Ariston durante Sanremo? E nella serata finale di sabato? E quanto costa uno spot televisivo durante il Festival?

Sono giorni effervescenti questi, dove la musica nazionalpopolare riempie le giornate italiane. Un evento, quello di Sanremo, che genere un indotto diretto e indiretto in aumento. I più fortunati, quelli che cioè sono riusciti ad acquistare i biglietti per guardare i cantanti esibirsi dal vivo non hanno però dovuto spendere una follia: i posti in galleria partivano dai 110 euro mentre per la platea ne servivano 200. Sempre dalla platea la finale di sabato 10 febbraio saliva a 730 euro. Per il carnet di tutte e cinque le serate la cifra era di 1.530 euro.

Sold out

I biglietti ufficiali della 74° edizione del Festival della Canzone Italiana sono andati sold out nel giro di pochissimo per un teatro da una capienza da 2.000 posti circa. La vendita dei biglietti e degli abbonamenti per assistere, dal Teatro Ariston, a Sanremo 2024 è partita alle ore 9 del 23 gennaio 2024 sul sito sanremo2024.aristonsanremo.com tramite registrazione (i dati richiesti: email, password, nome, cognome, cittadinanza, codice fiscale, telefono e documento d’identità).

Costo alto per gli ‘spot in prima fila’

Partendo dal dato dell’ascolto medio dell’anno scorso, che si è attestato sugli 11 milioni di spettatori con uno share del 73,9% nella fascia 15-34 anni, sono presto fatti i conti per gli spot pubblicitari con un golden minute con break d’apertura, seguito da nove break interni, una tele-promozione e il oltre al billboard. Per la finalissima di sabato 10 febbraio è previsto anche un break prima dell’annuncio del vincitore. Un passaggio pubblicitario nello spazio subito dopo il Tg1 delle 20, nell’anteprima del Festival attorno alle 20.30 ha speso 582mila euro per 26 spot da 4 secondi, mentre per 20 passaggi analoghi nel corso della serata ne spenderà 307mila. La tele-promozione, quella attorno alle 23.30 con 5 passaggi su Rai 1 e 5 su Rai Premium è costata 2,38 milioni di euro.

RENDONO DAVVERO LE SPONSORIZZAZIONI DI SANREMO? UN ESPERTO DEL CAMPO SVELA L’ARCANO SU FACEBOOOK… 
In realtà, del pubblico, non frega niente a nessuno.
Per quello rido: si raggiunge, se va bene, un sesto del paese.
Si paga un visto per contatto più alto del solito.
Poi, dopo qualche mese, si scopre che l’effetto sulle vendite (sopratutto sui più giovani) è bassissimo.
E si scopre che le performance le fanno le aziende che si aggancianO ai personaggi ospitati: l’anno scorso Ferragni (Dior e Schipparellj), quest’anno Travolta (U Power), a costi più bassi.
Ma i centri media incassano commissioni, i clienti si sentono parte della Kermesse e si fanno i selfie, la gente commenta sui social.
Mi sembrano tutti matti, mentre gli altri 45 milioni lavorano…

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
1 comment
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Il burattino di Repubblica che copre le malefatte del suo padrone John Elkann: con questo trucco ha relegato la notizia dell'indagine in corso dell'erede del clan Agnelli

Next Article

Sanremo, la farsa di John Travolta arriva in Tribunale! Il giochetto della pubblicità occulta costringe la Rai ad un ridicolo cortocircuito. Devono denunciare per pararsi il fondoschiena da future e sicure multe dell'Anticoncorrenza

Related Posts