Ucraina, la tanto declamata controffensiva trasformata in un cimitero di tank tedeschi: sono quelli pagati con i soldi di Bruxelles

Il ministero della Difesa russo ha affermato che 680 soldati ucraini sono stati eliminati e 35 carri armati distrutti in combattimenti nella regione di Zaporizhzhia e nel sud di quella di Donetsk, dove continuano i tentativi di avanzata delle forze di Kiev. Lo riferisce l’agenzia Tass. (ANSA).

Fronte di Zaporozhye, aggiornamento: l’artiglieria russa continua a martellare e far fuori le colonne di carri armati ucraini.

Dopo il fallimento di diversi attacchi ucraini condotti nei giorni scorsi sul fronte tra le regioni di Donetsk e Zaporozhye, nella notte l’esercito di Kiev ha lanciato una nuova offensiva, questa volta ancor più massiccia, nel cuore della regione di Zaporozhye, a sud di Orekhov. Anche questi attacchi su diverse direzioni sono stati respinti dall’artiglieria e dall’aviazione militare russa, infliggendo gravi danni alle truppe di Kiev. Come avvenuto in seguito agli attacchi precedenti, anche questa volta in rete sono state diffuse le immagini delle battaglie e dei numerosi carri armati (tra cui i Leopard) e corazzati ucraini distrutti nei campi.

Le immagini qui sotto sono inequivocabili e le perdite per il regime di Kiev sono notevoli.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Elly Schlein, la vittoria di Pirro contro Vincenzo De Luca. Lui pronto a dirle addio: andrà probabilmente nel partito dell'omonimo Cateno

Next Article

Massimo Giletti avvistato mentre usciva da un incontro con gli alti vertici Rai: probabile il suo ritorno, stavolta a RaiDue

Related Posts