Terremoto, svegliati all’alba da una nuova forte scossa: paura in tutta la Romagna, da giorni sotto un intenso sciame sismico che non lascia tranquilli

Terremoto in Italia. Alle 6:33 di sabato 28 gennaio la terra ha nuovamente tremato. Secondo i primi dati la magnitudo è stata di 4.1 sulla scala Richter ed è stato localizzato dalla Sala Sismica dell’INGV a una profondità di 18 chilometri.

“Dalle prime verifiche effettuate l’evento risulta avvertito dalla popolazione, ma non sono stati segnalati danni a persone o cose”, riferisce la Protezione Civile dopo che la Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile si è messa in contatto con le strutture locali del Servizio Nazionale della protezione civile.

La scossa di terremoto è stata percepita nitidamente in tutto il territorio regionale. Da giorni l’Emilia Romagna, in particolare la zona tra Forlì e Cesena, è colpita da serie di scosse telluriche. Le più significative quelle registrate il 25 gennaio alle 5.44 e alle 7, la prima di magnitudo 3.2 e la seconda di magnitudo 3.5 Richter.

Una scossa di terremoto è stata registrata anche il 26 gennaio. Ha avuto magnitudo di 4.1 sulla scala Richter con epicentro nel territorio cesenate, in particolare nella zona di Cesenatico. Nel dettaglio a 3 chilometri da Cesenatico e a sette chilometri da Gambettola. La scossa è stata rilevata a una profondità di 19 chilometri. Alle 6.33 di sabato 28 gennaio una scossa di terremoto di 4.1 sulla scala Richter è stata avvertita dalla popolazione in località Gambettola, in provincia di Forlì Cesena. Anche sui social molti utenti hanno scritto di aver sentito nitidamente la scossa.

“Ormai non c’è più bisogno di mettere la sveglia”, “Buongiorno prima del previsto ancora una volta, non c’era bisogno di lanciarmi giù dal letto”. Il sindaco di Gambettola, nel Cesenate, ha scritto su Facebook: “al momento non risultano segnalazioni di danni di alcun genere. Questa mattina alle 6:32 – ha scritto Matteo Gozzoli – ci siamo svegliati tutti con una nuova scossa di terremoto di intensità 4.1, la stessa di giovedì che non aveva provocato danni. Le scuole rimarranno aperte, stiamo organizzando nuovi controlli a titolo precauzionale in tutti gli edifici scolastici e pubblici con i nostri tecnici. Al momento non risultano segnalazioni di danni di alcun genere”.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Smascherato in diretta, il parassita del reddito di cittadinanza, reagisce cercando lo scontro in diretta. Poco prima aveva anche dichiarato con orgoglio di aver sempre fatto l'ambulante abusivo

Next Article

"Mio fratello infatti vota per voi" Finisce male l'attacco della Boschi contro Donzelli. I suoi reati non c'entrino assolutamente con la politica

Related Posts