Il sindaco di Giaveno, Carlo Giacone, è stato vittima intorno a mezzanotte di una violenta aggressione in strada da parte di uno sconosciuto. Il primo cittadino, 62 anni, era in via Umberto I quando una persona si è avvicinata e lo ha colpito ripetutamente al capo con un corpo contundente, provocandogli varie ferite al cranio.

Sono stati alcuni passanti ad accorgersi di quanto stava accadendo e le loro urla hanno fatto fuggire il malvivente. Giacone è stato subito soccorso ed è stato portato dal 118 all’ospedale di Rivoli. È cosciente, ma i medici mantengono la prognosi riservata. Intanto i carabinieri di Giaveno hanno avviato le indagini per individuare l’aggressore e il movente dell’episodio.

La carriera di Giacone

Da Giorgio Armani alla politica con Alleanza Nazionale. Carlo Giacone è un amministratore di lungo corso a Giaveno, la cittadina di 16 mila abitanti della Val Sangone in cui è nato 62 anni fa. Dopo essersi diplomato geometra nel 1979, ottenne nel 1982 una qualifica di fashion design all’istituto arte e moda ‘Ilda Bianciotto’; in seguito svolse uno stage nella ‘maison’ di Giorgio Armani. Fino al 2004 si e’ occupato di creazione moda e vendita e distribuzione di abbigliamento.

Il suo impegno politico per Giaveno risale almeno al 1994, quando diventò consigliere comunale e assessore a sport e turismo. Dieci anni dopo diventò vicesindaco, e nel 2014, per la prima volta, sindaco. Ai tempi del Pdl era considerato “l’anima” di Alleanza nazionale nel territorio. Nel 2019, sorretto da tre liste civiche, una delle quali a suo nome, ha sconfitto al ballottaggio un altro candidato di area centrodestra.