Ci risiamo con la polemica anacronistica del saluto romano: questa volta tocca a Maria Elena Boschi recitare la paladina dell’antifascismo. Proprio lei, tra le peggio sostenitrici di Green Pass e imposizioni infami

Saluto romano, Boschi (Iv): “Da Meloni serve una parola di nettezza sul fascismo”

Maria Elena Boschi, deputata di Italia Viva e candidata con l’alleanza Calenda-Renzi, commenta a Metropolis il video che ritrae il fratello di Ignazio La Russa con il braccio teso: “Spesso l’humus culturale di FdI è questo, ma per noi la battaglia con Meloni non è sul fascismo ma sui conti e il rapporto con l’Ue”. Sulle cifre in vista del voto, per l’ex ministra “se il Terzo polo fa il 10% blocchiamo i sovranisti da Palazzo Chigi”.

“Finiremo davanti a Forza Italia”. Maria Elena Boschi ne è sicura: il Terzo Polo formato da Azione e Italia Viva si piazzerà un passo avanti al partito di Silvio Berlusconi. La riprova? “Le sensazioni”. Sì, perché la deputata, ora che i sondaggi non sono pubblicabili, può fare riferimento solo a quelle. Secondo la Boschi, intervistata dal Messaggero, molti voti arriveranno dai delusi: “I moderati non possono consegnare il proprio voto alla Fiamma. E i riformisti non possono finire grillini o con la sinistra di Fratoianni. Raccoglieremo da entrambi gli schieramenti. Puntiamo a un buon risultato nel 2022, ma la scommessa è appena all’inizio: il nostro progetto non sono i 100 metri ma una maratona”.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Come già ribadito da Matteo Renzi, il Terzo Polo spera di ottenere nelle città principali la doppia cifra. Un’impresa che il leader di Iv aveva già tentato, invano. In ogni caso la deputata sembra tranquilla, confidando in un crollo di Lega e Forza Italia: “Se hanno i numeri, che governino. Se non hanno i numeri – prosegue senza considerare che la volontà del premier è un’altra -, che governi Draghi“. Nonostante la distanza con FdI e il centrodestra sul presidenzialismo, la Boschi non esclude la possibilità di lavorare insieme sulle riforme. “Queste – spiega – si scrivono insieme, maggioranza e opposizione come abbiamo fatto noi nel 2014 perché sono le regole del gioco che riguardano tutti”.

In quei “tutti” ci sono anche il Partito democratico e il Movimento 5 Stelle. Forze politiche protagoniste di un colpo di scena, almeno per la Boschi: “I dem si alleeranno di nuovo con i Cinque Stelle. È scritto. E noi saremo orgogliosamente equidistanti da Meloni e Salvini e da Conte e Fratoianni”.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

"Nel 2011 Draghi ha tradito l'Italia per poter fare carriera" Tremonti svela il documento che smaschera definitivamente il delinquente di palazzo Chigi

Next Article

Prima un boato, poi una forte scossa di terremoto: paura a Genova e nell'entroterra del capoluogo ligure. Gente in strada spaventata, non ci sarebbero danni alle abitazioni

Related Posts