“Ho tre dosi di vaccino e il Covid mi ha contagiato, devo fare la quarta?” Pregliasco si riduce a rispondere su Repubblica agli ipocondriaci con lo stesso tono da ‘posta del cuore’

Le Regioni pronte ad attivare gli hub. Coinvolto solo chi ha fatto la terza dose o ha avuto la malattia da più di 120 giorni

di Maurizio Pregliasco da Repubblica

Chi avrà diritto a fare la quarta dose?

Tutte le persone che hanno più di 60 anni, circa 13,5 milioni di cittadini, e i fragili di tutte le età.

Chi è considerato fragile?

Chi ha malattie croniche ad esempio cardiologiche e respiratorie, oppure il diabete. Chi fa trattamenti farmacologici particolari come i malati oncologici.

Dove si farà la quarta dose?

Decidono le Regioni. Comunque ovunque sono attivati medici di famiglia e farmacie, oltre che strutture hub. In molte zone del Paese ci sono ancora gli hub ma le Regioni hanno annunciato che se la domanda sarà alta ne verranno aperti altri.

Queste persone verranno chiamate o si dovranno presentare?

La regola è che tocca al cittadino farsi avanti, anche se i medici possono suggerire la vaccinazione ai loro pazienti. Solo per chi è particolarmente a rischio è prevista la chiamata diretta ma per queste persone, gli immunodepressi, la campagna della quarta dose è già partita a febbraio.

Da quando si faranno le quarte dosi agli over 60?

Probabilmente già a partire da domani, martedì 12 luglio.

Chi ha fatto tre dosi e dopo ha anche avuto l’infezione deve fare la quarta dose?

Solo se sono passati 120 giorni dalla positività. La stessa regola vale per la vaccinazione. Devono passare almeno quattro mesi tra la terza e la quarta dose. E’ questa la regola generale che con tutta probabilità sarà rispettata anche per la campagna vaccinale di autunno.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >
https://t.me/capranews

Si terrà in considerazione il tipo di vaccino fatto precedentemente per scegliere quello da usare come quarta dose?

Per la gran parte dei cittadini no. Riceveranno comunque o Pfizer o Moderna. L’unico obbligo è quello di dare Pfizer chi ha tra 12 e 19 anni.

Ci sono vaccini in magazzini?

Sì, c’è ampia disponibilità. Tra l’altro per l’autunno saranno pronti i nuovi vaccini bivalenti e quelli monovalenti, usati attualmente, non serviranno più.

Ora circola Omicron 5, che senso ha fare un vaccino basato sul virus di Wuhan?

Perché comunque alza le difese immunitarie. I dati più recenti dell’Istituto superiore di sanità dicono che nel 50% dei casi evita l’infezione ma il dato sale molto e arriva all’84% se si considera la protezione dalla malattia grave. Chi non è vaccinato, inoltre, rischia 7 volte di più di morire per il Covid di chi ha fatto il booster, cioè tre dosi. Con la quarta la protezione sarebbe ancora maggiore.

Perché l’Italia ha deciso di aumentare il numero delle persone coinvolte nella campagna della quarta dose?

Per l’attuale fase epidemica, caratterizzata da un’alta circolazione del virus provocata da Omicron 5 e per l’indicazione arrivata da Ema e Ecdc, l’Agenzia del farmaco e il Centro per il controllo delle malattie europei.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Peggio di Speranza c'è solo De Luca: il Governatore del mondo pretende di inventare un'imposizione ad hoc per i turisti che arrivano in Campania

Next Article

"Contiene valori oltre la soglia" Birra Ichnusa, la caduta di un mito: le analisi di un documentarista lanciano un pesantissimo allarme sull'amatissima birra

Related Posts