Dopo Mattarella Presidente la restaurazione prevede di tenere Giorgia Meloni fuori dai giochi per sempre: ecco cosa hanno in mente

Giorgia Meloni, “piena di voti e senza potere”. Il “golpe elettorale” per fare fuori Fratelli d’Italia

Il tema della riforma della legge elettorale è tornato repentinamente sul tavolo dopo che Sergio Mattarella è stato rieletto presidente della Repubblica. Chiusa la partita del Quirinale, si è subito aperta quella sul voto in vista della fine della legislatura: tutti si affrettano a dire che “non è la priorità”, ma in realtà ci pensano eccome perché è un tema chiave per il futuro politico del Paese.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui 👇
https://t.me/capranews

Secondo il politologo Giovanni Orsina, la riforma elettorale potrebbe rimescolare le carte e spostare gli equilibri: “Col proporzionale puro torneremmo alla Prima Repubblica, ma senza partiti: sarebbe una pazzia – ha dichiarato il docente della Luiss in un’intervista rilasciata a Il Giorno – complicato prevedere cosa succederà, soprattutto al centro con l’incognita Berlusconi e due ‘galli’ come Renzi e Calenda, difficili da mettere insieme”. A rischiare di più è Giorgia Meloni, che può essere “vittima di una conventio ad excludendum in stile Pci” e fare la fine del Rassemblement National: “Pieno di voti e vuoto di potere”.

In questo modo secondo Orsina si accentuerebbero i problemi di governabilità: “Continuo a ritenere il proporzionale una follia. Toglierebbe agli elettori la possibilità di avere voce in capitolo sulla composizione del governo”. Insomma, il dibattito sulla riforma elettorale si è appena riaperto ma è già molto caldo, essendo cruciale per gli equilibri politici del futuro prossimo.

Total
0
Shares
3 comments
  1. Figurarsi se il sistema farà a meno della sudicia scrofa cagna che spaccando il cdx (perché voleva draghi) ha condotto all’elezione del viscido doppio laido ipocrita traditore

  2. Questo sito vorrebbe essere anti sistema e poi continua a fare campagna elettorale per la Meloni che , e ormai lo hanno capito anche i ritardatri , in realtà è solo una delle stampelle principali ed indispensabili per il sistema di cui sopra . Fate ridere e vuol dire che pure voi fate parte della “banda” . Non voterò mai più la Meloni e comenire me molti e molti altri. Potete inventarvi qualsaisi cosa , ma la pacchia sta per finire…

  3. La meloni non mi piace x niente. Fascista, prepotente e arrivista, dice che se andrà al potere non farà toccare palla a nessuno. Che se ne stesse a casa a fare la mamma…. Ch’è meglio!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

"Cosa faceva in bagno" Salvini querela il Riformista: in un articolo di cronaca avrebbero fatto capire che fa uso di cocaina

Next Article

Berlusconi l'ha sfangata anche stavolta: dimesso dopo otto giorni di cure misteriose al San Raffaele

Related Posts